Premio Verona Network «IL NOSTRO FUTURO SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE» 🌳🌿

Citres, Bellè: «Il nostro futuro sempre più sostenibile» 🌳🌿

In vista della 10ª edizione del Premio Verona Network, dedicato alle persone e alle aziende che fanno grande Verona,   Leggil’intervista completa a Mariangela Bellè, responsabile marketing di Citres spa, candidata nella categoria Impresa.

Tra i candidati al decimo premio Verona Network anche Citres spa, azienda conserviera nata nel 1958 a Vallese e che produce prodotti sottolio e sottaceto, pesti, creme, salse e verdure in agrodolce.

«Citres è un’azienda nata dalla famiglia dei miei nonni soprattutto per una necessità economica – racconta la responsabile marketing Mariangela Bellè –, mio nonno aveva perso il suo lavoro di caldaista e così mia nonna ha iniziato a conservare le verdure che nascevano dall’orto in aceto e a venderle in semplici sacchettini di nylon. Negli anni ’70 mio nonno ha acquistato all’asta l’azienda dove prima lavorava che nel frattempo era fallita a ha dato il via alla prima società vera e propria, con un magazzino, una logistica e un reparto imballaggio».

È nata così quella che oggi è Citres spa, una realtà ben consolidata nel territorio. Dopo il primo step degli anni ’70 un secondo grande momento evolutivo nel 2007. «Negli anni abbiamo cominciato a lavorare con i mercati del nord Europa che richiedo certificazioni di qualità e tracciabilità degli alimenti con requisiti molto stringenti. L’azienda ha quindi scelto di fare un importante investimento nella creazione di un nuovo stabilimento a Bovolone che ottemperasse tutti i requisiti richiesti».  

Citres passa così da 20 dipendenti e 6 milioni di fatturato ai 53 dipendenti e 25 milioni di fatturato odierni. Alla base una crescita molto importante c’è un’azienda che ha saputo ristrutturarsi in tutti i vari reparti e adottare nuove tecnologie.

«La grande crescita che abbiamo avuto negli ultimi anni – racconta Mariangela Bellè – è senz’altro da ricondurre anche al forte spirito di appartenenza che tutti i dipendenti hanno all’interno della nostra realtà; questo abbiamo potuto constatarlo con grande emozione anche durante il periodo di emergenza sanitaria, dove non abbiamo mai avuto un giorno di assenza»

Oggi Citres vende i suoi prodotti per un 50% nel mercato italiano e per un 50% all’estero, prevalentemente nel nord Europa, in Australia, Israele e Stati Uniti. Alla base del successo il rispetto degli alti standard delle lavorazioni Made in Italy e la lavorazione del fresco che permette di mantenere il prodotto croccante e con valori nutrizionali pressoché intatti. Citres negli ultimi anni ha lavorato molto anche dal lato pack, cercando di offrire un prodotto pulito che potesse dare al consumatore un messaggio di freschezza e di qualità, oltre che chiaro sul contenuto.

Nel prossimo futuro Citres sarà presente alle più importanti fiere di settore e punterà sempre di più sulla sostenibilità ambientale. «Tutte le scelte sono prese sulla base di comportamenti sostenibili, come l’etichetta facile da rimuovere dal vaso che non lascia residui di colla permettendo una raccolta differenziata più pulita ma anche il riutilizzo del vaso, come l’energia prodotta dal sole, la produzione di biogas dagli scarti della lavorazione delle verdure. Sono tutti aspetti che andranno via via implementandosi nei prossimi mesi perché ci crediamo fortemente».

 

#madeinitaly #veronanetwork
Leggi l’articolo: https://bit.ly/3gIqYbc
https://daily.veronanetwork.it